24 GENNAIO 2021: GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’AVVOCATO MINACCIATO CON FOCUS SULLA SITUAZIONE DELLE AVVOCATE E DEGLI AVVOCATI IN AZERBAIGIAN

SKM_C30821012212410

Giornata Internazionale degli Avvocati in pericolo: si allega il comunicato del nostro Presidente Comunicato COA Venezia

Si segnala che il 25 gennaio 2021, alle ore 18.00, si terrà il Webinar “International Day of the Endangered Lawyer” organizzato da The International Observatory of Endangered Lawyers (OIAD) che sarà tradotto anche in lingua italiana: per iscriversi all’evento andare su https://zoom.us/webinar/register/WN_Gz3kqPrwRAibF_Hcddp_kg

D.L . n. 149 del 9 novembre 2020

 

Il Consigliere Segretario

Egregi Colleghi,

Vi invito a prestare particolare attenzione agli art. 23 e 24 del D.L. 149 del 9 novembre 2020 – pubblicato ieri nell’allegata Gazzetta Ufficiale – in vigore fino alla scadenza dello stato di emergenza sancito dall’art. 1 del D.L. 25 marzo 2020 n. 19 e successive modificazioni, in merito allo svolgimento del giudizio d’appello ed ai termini prescrizionali.
In particolare, con riguardo all’art.23, evidenzio come al comma 4 sia previsto che la richiesta di discussione orale venga formulata «per iscritto dal Pubblico Ministero o dal difensore entro il termine perentorio di quindici giorni liberi prima dell’udienza… », che «entro lo stesso termine perentorio e con le medesime modalità l’imputato formula la richiesta di partecipare all’udienza» ed altresì come il comma 6 preveda, in deroga alla disposizione di cui al comma 4, che «nei procedimenti nei quali l’udienza è fissata tra il sedicesimo ed il trentesimo giorno dalla data di entrata in vigore del presente decreto, la richiesta di discussione orale o di partecipazione dell’imputato all’udienza è formulata entro il termine perentorio di cinque giorni dall’entrata in vigore del presente decreto».

I migliori saluti

                                                                                       Marco Rigo

 

Scarica allegato

PROCESSO PENALE TELEMATICO – MEMORIE 415 BIS CPP

A mente dell’art. 24 comma 1 del decreto legge 28 ottobre 2020 nr 137, fino alla scadenza dello stato di emergenza sancito dall’art 1 del decreto legge 25 marzo 2020 nr 19 e successive modificazioni, il deposito di memorie, documenti, richieste ed istanze indicate dall’art 415 bis terzo comma cpp dovrà avvenire esclusivamente mediante accesso al portale del processo penale telematico – portale deposito atti penali (PDP).
Per le modalità di deposito e le regole tecniche di redazione degli atti, ai fini del deposito telematico suddetto, si rimanda a:

– provvedimento DGSIA 11/5/2020 nr 5477

DGSIA-dispozioni-per-processo-penale-telematico-1

– provvedimento DGSIA 4/11/2020 10667

decreto_art24_comma1_portale_deposit

– Manuale utente portale deposito atti penali 8 maggio 2020

manuale-utente